oculista, oftalmologia pediatrica, riabilitazione visiva

patrizia bonini

La Dr.ssa Patrizia Bonini

DATI PERSONALI

Nazionalità : Italiana
Data di nascita: 27 marzo 1950
Luogo di nascita: Roma

email: patrizia.bonini@tiscali.it

ISTRUZIONE

  • 1969 Diploma di Maturità
  • 1972 Diploma di Ortottista – Università La Sapienza di Roma
  • 1976 Diploma di Terapista della Riabilitazione – Università La Sapienza di Roma
  • 1987 Consegue il diploma di Laurea in Medicina e Chirurgia alla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università La Sapienza di Roma con voti 110/110 e lode discutendo la tesi:”La Funzione Visiva ed Oculomotoria nei Bambini Cerebrolesi” relatore Prof. M. R. Pannarale.
  • 1987 Supera l’esame di stato per l’abilitazione all’Esercizio della professione. E si iscrive all’ordine dei medici di Roma.
  • 1987 Vince il concorso per accedere alla Scuola quadriennale di Specializzazione in Oftalmologia presso l’Istituto di Clinica Oculistica dell’Università di Roma, Dir. Prof. M.R.Pannarale.
  • 1991 Consegue il Diploma di Specializzazione in Oftalmologia con voto 70/70 e lode, discutendo una tesi sui risultati di una associazione di due colliri ipotonizzanti nel glaucoma.

ESPERIENZE DI LAVORO

Si occupa dal 1972 di oftalmologia pediatrica e riabilitazione visiva, dapprima come ortottista e poi come medico-chirurgo, oculista.

Dal 1972 al 1990, in servizio presso l’Ospedale Villa Albani di Anzio, ha svolto numerosi screening approfondendo le tecniche di prevenzione, diagnosi e terapia dei disturbi visivi. In particolare, gli screening in epoca neonatale sono stati condotti presso la divisione di Ginecologia dell’Ospedale di Nettuno, mentre quelli in epoca pre-scolare, svolti su circa 2000 bambini, presso le scuole materne del territorio di Anzio e Nettuno.

Dal gennaio 1992 al dicembre 1998 è stata titolare di una borsa di studio per svolgere, presso la Divisione Oculistica dell’Ospedale S. Carlo -IDI di Roma, di cui era primario il Prof. Clemente Santillo, un lavoro sul trattamento riabilitativo degli ipovedenti sia adulti che bambini.

Fino al marzo 2002 ha ricoperto nello stesso Ospedale un incarico libero- professionale di consulenza per l’esecuzione di visite oculistiche rivolte anche a bambini disabili e training di riabilitazione con particolare riferimento all’ipovisione.

Dal 1992 al dicembre 2013 è stata Consulente presso il Centro di Riabilitazione Opera Don Guanella di Roma, ove si occupava della diagnosi e del trattamento dei disturbi neuro-oftalmologici sia nei bambini che negli adulti portatori di handicap. Supervisionava il lavoro dell’ortottista e collaborava con le terapiste della riabilitazione per quanto riguardava l’aspetto visivo del trattamento riabilitativo.

Dal febbraio 1994 all’ottobre 1998 è stata la Responsabile del Servizio Oculistico del Centro Regionale S. Alessio Margherita di Savoia di Roma, ove si occupava in prima persona della diagnosi oculistica dei pazienti ipovedenti e supervisionava la terapia svolta dall’ortottista.

Dall’aprile 2002 al dicembre 2004 è stata Consulente Oculista presso la Divisione di Neuroriabilitazione dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Palidoro (RM). Il lavoro svolto mirava ad integrare l’aspetto più propriamente oculistico con la riabilitazione dei deficit oculari derivanti sia
da strabismo che da disturbi della funzione e dell’attenzione visiva in bambini con problemi neurologici quale esito di prematurità nei casi congeniti ,o altra patologia nei casi acquisiti.

Dal settembre 2003 al luglio 2011 è stata responsabile del servizio di Oftalmologia Pediatrica presso la Clinica Privata Villa Tiberia di Roma.

Dall’ottobre 2007 svolge la sua attività libero-professionale presso la Casa di Cura Privata Villa Luisa di Roma, il Centro Pegasus di Viterbo ed Anzio.

Collabora con numerosi Centri di Riabilitazione di Roma, Napoli, Viterbo, Taranto, Pescara ed altri.

ATTIVITÀ DIDATTICA E SCIENTIFICA

Partecipa attivamente a convegni, seminari e corsi di aggiornamento riguardanti argomenti di Oculistica, Oftalmologia Pediatrica e Neuro-Oftalmologia.

In qualità di docente è invitata da Centri di Riabilitazione o Associazioni di Terapisti per svolgere
seminari e corsi di aggiornamento in diverse città italiane ,in Cliniche Universitarie ed in Istituti
Scientifici.

Tali corsi e seminari della durata di due o quattro giorni, sono rivolti a medici, neuropsichiatri, fisiatri, oculisti, pediatri, ortottisti, terapisti della riabilitazione, logopedisti, psicomotricisti e psicologi e riguardano argomenti neuro-riabilitativi e neuro-oftalmologici con particolare riferimento alla diagnosi e alla riabilitazione neuro-psico-visiva del bambino con deficit neurologico. Per l’esposizione vengono utilizzati filmati presentati attraverso il computer, per rendere più agevole la comprensione di patologie altrimenti troppo complesse.

Dal 1989 al 2000 ha partecipato, in qualità di relatore, al Corso di Perfezionamento su “La diagnosi e la terapia riabilitativa neuropsicologica nell’adulto e nel bambino”, collaborando con professori associati ed ordinari dell’Università di Roma e di altre città italiane. Il corso della durata di 256 ore, si è svolto a Roma ed ha affrontato, durante il primo anno argomenti di diagnosi oftalmologica, mentre nel secondo anno, argomenti di terapia.

Dall’anno accademico 1994/95 a quello 1997/98 ha tenuto, presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, l’insegnamento di “Nozioni di Ipovisione II” per il D.U. di Ortottisti Assistenti in Oftalmologia come professore a contratto.

Dall’anno accademico 1998/99 a quello 2001/02 ha svolto, con la stessa qualifica e presso l’Università
degli Studi di Roma La Sapienza, l’insegnamento di “Rieducazione dell’handicap e della funzione visiva in età evolutiva” per il D.U. di Ortottisti Assistenti in Oftalmologia.

Ha partecipato nel novembre 1991 alla trasmissione televisiva “Spazio Libero” insieme al Prof. Mario Stirpe, dibattendo il tema “L’importanza della diagnosi precoce e le nuove tecniche riabilitative per gli ipovedenti”, organizzato dalla Associazione Italiana Ipovisione (AIPO) di Milano, di cui era consulente.

Negli anni seguenti ha partecipato ad un’altra trasmissione televisiva con altri tre consulenti dell’AIPO e ad una trasmissione radiofonica.

È autore di 70 pubblicazioni scientifiche, tra cui 6 monografie.